Opera Aperta

Opera Aperta

Delitto di mafia in Calabria

(debutto ultima versione Reggio Calabria 2013)

Opera Aperta evoca e racconta Rocco Gatto, ucciso dalla mafia a Gioiosa Jonica (RC) il 12 marzo 1977.
I motivi dell’assassinio di Rocco sono plurimi: non ultimo la sua denuncia, alla Stazione dei Carabinieri, della chiusura illecita del mercato domenicale, voluta e imposta dalla ndràngheta locale per “onorare” la morte del boss Vincenzo Ursino.

Particolare della storia di Rocco Gatto è che il suo No alla mafia è stato un No pubblico, consapevole, politico. Fu proprio questa “pubblicità” della denuncia che diede fastidio alla ndràngheta: due mesi prima di essere ucciso, in una intervista RAI in prima serata, Rocco dichiara al pubblico di tutta Italia: non pagherò mai la mazzetta, lotterò fino alla morte.

Nel 1982 il Presidente Pertini consegnerà a papà Pasquale Gatto la medaglia al valore civile e alla memoria di Rocco.

(Foto Fabio Orlando, Pentedattilo 2018)

Dettagli